Sanremo 7 LIVE

Sanremo 7 live: TRIBUTO A LUIGI TENCO

Cinquant’anni dopo la sua morte, la sua stella continua a brillare. Perché, sia pur tardivamente, a volte il destino restituisce quanto ha ingiustamente tolto.

Luigi Tenco ha spento la sua vita il 27 gennaio del 1967, dopo la bocciatura al festival di Sanremo.

E noi, proprio nella settimana di Sanremo, vogliamo ricordarlo con il disco live “Luigi Tenco – inediti”, un tributo, un supremo atto d’amore nei suoi confronti da parte di molti artisti, come i Têtes de Bois che cantano “Angela”, Vinicio Capossela e Eugenio Finardi che propongono due versioni molto diverse di "Lontano lontano", Alice che, con classe impetuosa canta “Se sapessi come fai”, Shel Shapiro che, con il suo carisma, impreziosisce "Cara Maestra", Elena Ledda che dà una lettura superba a “La ballata del marinaio” cantandola in sardo, o come lo smaliziato Alessandro Haber in “Mi sono innamorato di te”, o il beffardo Simone Cristicchi in “Vita sociale”.

E poi ancora, Roberto Vecchioni, gli Skiantos, gli Ardecore, Giorgio Conte, Giovanni Block, Ada Montellanico Gerardo Balestrieri, Ricky Gianco, Paolo Simoni, che interpretano tutti brani tratti dalla "Rassegna della canzone d'autore" di Sanremo, intitolata a Tenco.

E, proprio mentre il Festival impazza, il giovane angelo che girava senza spada, ci guarda da lassù e sorride.


Commenti

Riduci